Punti di vista

Giro di accordi e Diritto d’Autore . . . oppure
Giro d’autori e . . . Diritto agli Accordi?

Per depositare una composizione musicale, diciamo una tipica canzone da cantautore, per proteggerla con la Legge sul Diritto d'Autore, è sufficiente la linea melodica, non è necessario indicare su pentagramma gli accordi della composizione.
Effettivamente non sarebbe giusto poter proteggere un giro di accordi (con o senza melodia), pochi di essi infatti possono dar vita a innumerevoli arrangiamenti, e se fosse possibile proteggere un semplice giro di accordi rischieremmo di non poter suonare più nulla con la nostra chitarra, né sul balcone di casa né spaparacchiati sul divano!
Del resto sono la melodia o il testo appositamente scritto per essa a caratterizzare una composizione, rendendola diversa dalle altre se non unica.

Ma allora, se suono in pubblico con la mia chitarra un giro di accordi utilizzato anche in una canzone di successo (nessuno canta o suona alcuna melodia) sono sicuro di non violare la Legge sul Diritto d'autore?


Aggiungi un commento

 


Ultime modifiche in questa pagina:   13-Giu-2019